“L’obbligo vaccinale ai sanitari in contrasto con la Costituzione”. Importante Ordinanza del Tribunale di Brescia del 7 maggio

Con un’importante ordinanza depositata sabato 7 maggio 2022, Il Tribunale ordinario di Brescia sezione Lavoro, Giudice Dott.ssa Mariarosa Pipponzi, accerta in modo inequivocabile il contrasto con la Costituzione dell’obbligo vaccinale previsto dal decreto n.44 per gli operatori sanitari, rimette gli atti alla Corte Costituzionale e riconosce l’assegno alimentare alla ricorrente, una lavoratrice dipendente che, come segnala l’ordinanza, “vive in affitto presso abitazione Aler, sopportando un canone di locazione, attualmente, di euro 340,28 che tuttavia negli ultimi due mesi non è riuscita a pagare per mancanza di mezzi”. Inoltre, “la stessa aveva, al 31/12/2021, un saldo liquido, sul proprio conto corrente, pari ad euro 653,76 che non ha potuto alimentare e quindi è in via di esaurimento” e “viene aiutata, per sopperire alle esigenze primarie di vita, da una sorella e da associazioni di beneficienza”.

Torna su