Cassazione penale, sent. n.7988: violare le restrizioni anti-COVID non è reato

La Corte di Cassazione ha statuito che il mancato rispetto delle misure di contenimento emanate per fronteggiare lo stato di emergenza dovuto alla diffusione del Covid-19 costituisce un illecito amministrativo e non reato ex art. 650 c.p., anche con riguardo alle condotte antecedenti l’entrata in vigore del D.L. 25 marzo 2020, che ha depenalizzato, trasformandola in illecito amministrativo, la violazione delle restrizioni anti-COVID 19.

Torna su